Comune di Frossasco



Imposta Unica Comunale (IUC)

Che cos’è

L’imposta unica comunale IUC si compone:

·       dell’imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali (ad eccezione di quelle classate in A1,A8 e A9)

·       e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile,

·       e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

 

 QUANDO ENTRA IN VIGORE

A decorrere dal 1° gennaio 2014

 

COME SI DETERMINA IL TRIBUTO PER CIASCUNA SUA COMPONENTE

IMU

Quali soggetti interessa

Proprietari di immobili, titolari dei diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli immobili; titolari di contratto di leasing

 

Obblighi dichiarativi

Per la presentazione della dichiarazione sull’imposta municipale unica - IMU - restano ferme le specifiche norme legislative e regolamentari.


Quali immobili riguarda

Fabbricati ed aree fabbricabili. L’IMU non si applica al possesso dell’abitazione principale e delle pertinenze della stessa (queste ultime solo se appartenenti alle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo), ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.


Come si determina l’imposta

La base imponibile è data dalla rendita catastale dell’immobile, rivalutata del 5% e moltiplicata
per:


- 160 per i fabbricati del gruppo catastale A (esclusi gli A/10) e delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7
- 140 per i fabbricati del gruppo catastale B e delle categorie catastali C/3, C/4 e C/5
- 80 per i fabbricati della categoria catastale A/10 e D/5
- 65 per i fabbricati del gruppo catastale D (esclusi i D/5)
- 55 per i fabbricati della categoria catastale C/1

4 per mille  per abitazione principale di Cat. A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze, così come definite dall’art. 13, comma 2 D.L. 201/2011, convertito in L. 214/2011, con detrazione pari a 200 euro.

7,6 per mille Aliquota per tutti gli altri fabbricati ed  aree edificabili

7,6 per mille per i fabbricati produttivi di Cat. D (riservato esclusivamente allo Stato)

 

Quando e come si versa

In due rate di pari importo, scadenti la prima il 16 giugno 2017 e la seconda il 18 dicembre 2017.

Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell’imposta complessivamente dovuta in unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno.

Il versamento in autoliquidazione dell’imposta va effettuato tramite modello F24 inserendo il codice catastale D812 del Comune di Frossasco  ed i seguenti codici tributo:

3912 abitazione principale A1, A8 E A9 e relative pertinenze (una per ciascuna categoria C2, C6 e C7)
3918 altri fabbricati (negozi, uffici, seconde case, altre pertinenze)
3916 aree fabbricabili

Si informa che sul sito Web: www.comunefrossasco.it  alla voce Servizi on-line IMU, è disponibile un programma per calcolare l’imposta inserendo i dati dei propri immobili e stampare il fac-simile del modello F24 utile per compilare l’originale in distribuzione presso qualsiasi sportello bancario e/o postale.

L’Ufficio IMU è disponibile a fornire assistenza per il calcolo dell’imposta con il programma IMU, per i soli contribuenti proprietari di immobili ad uso abitativo e pertinenze presentandosi nei seguenti giorni ed orari: Lunedì 9 - 12 / Mercoledì 15 - 16;

Inoltre i contribuenti possono formulare i quesiti relativi all’IMU all’indirizzo di posta elettronica: IMU@comunefrossasco.it

 

TASI


Quali soggetti interessa e quali immobili riguarda

Chiunque possegga o detenga a qualsiasi titolo fabbricati, aree scoperte nonché quelle edificabili, a qualsiasi uso adibiti, con esclusione dei terreni.

La TASI non si applica al possesso dell’abitazione principale e delle pertinenze della stessa (queste ultime solo se appartenenti alle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo), ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, il proprietario e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria, nella misura rispettivamente del 70% e del 30%.

 
Obblighi dichiarativi

Per la presentazione della dichiarazione della tassa sui servizi indivisibili – Tasi - restano ferme le specifiche norme regolamentari. La dichiarazione redatta su appositi modelli predisposti dal Comune, dovrà essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo all’inizio del possesso e detenzione.


Come si determina il tributo

La base imponibile è quella prevista per l’applicazione dell’IMU.
L’aliquota per l’abitazione principale (A1,A8 e A9) e relative pertinenze come definite per Imu è pari a 1,25 per mille
L’aliquota per gli altri fabbricati, quali seconde case, ulteriori pertinenze, negozi, stabilimenti industriali, aree fabbricabili è pari a 1,25 per mille. L’occupante versa la TASI nella misura, stabilita dal Comune, pari al 30% per cento dell’ammontare complessivo della TASI e la restante parte pari all’70% rimane a carico del proprietario.
L’aliquota per i fabbricati rurali strumentali è pari a 1 per mille.

 

Quando e come si versa

Il Comune provvede all’invio delle comunicazioni di pagamento con indicazione degli importi da versare e le relative scadenze. Per il 2017 sono fissate le seguenti scadenze:

16 giugno 2017 – 1° rata o pagamento in unica soluzione
18 dicembre 2017 – 2° rata
Il pagamento dovrà essere effettuato tramite il modello F24 allegato alle comunicazioni di cui sopra.



TARI


Quali soggetti e quali immobili riguarda

Chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati, con esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e delle aree comuni condominiali di cui all’art. 1117 c.c che non siano detenute o occupate in via esclusiva.


Obblighi dichiarativi

Per la presentazione della dichiarazione della tassa sui rifiuti – Tari - restano ferme le specifiche norme regolamentari. La dichiarazione redatta su appositi modelli predisposti dal Comune, dovrà essere presentata entro 30 giorni dall’inizio dell’occupazione, detenzione o possesso.


Come si determina il tributo

Il Comune, nella commisurazione della tariffa, tiene conto dei criteri determinati dal D.P.R.n. 158/’99 (copertura di tutti i costi afferenti al servizio di gestione dei rifiuti urbani). Le tariffe per ogni categoria o sottocategoria omogenea sono determinate dal Comune moltiplicando il costo del servizio per unità di superficie imponibile accertata, previsto per l’anno successivo, per i coefficienti di produttività quantitativa previsti dal decreto per le utenze non domestiche e per il numero dei componenti familiari per le utenze domestiche, risultante dagli archivi anagrafici.


Agevolazioni e riduzioni del tributo

Il regolamento comunale prevede diverse riduzioni ed agevolazioni tariffarie, per averne diritto è necessario presentare apposita istanza alle scadenze fissate dal regolamento medesimo:
riduzione “distanza cassonetto” eccedente i 500 metri calcolati lungo la viabilità: 20%
riduzione “auto compostaggio”: 20%
Ulteriori riduzione ed agevolazioni possono essere reperite direttamente consultando il Regolamento Comunale per l’applicazione dell’imposta unica comunale – Iuc.


Quando e come si versa

Il Comune stabilisce il numero e le scadenze di pagamento del tributo, e provvede all’invio delle comunicazioni di pagamento con indicazione degli importi da versare e le relative scadenze. Per il 2017 sono fissate le seguenti scadenze:

16 giugno 2017 – 1° rata o pagamento in unica soluzione
18 dicembre 2017 – 2° rata

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite il modello F24 allegato alle comunicazioni di cui sopra.


Altre disposizioni

E’ fatta salva l’applicazione del tributo provinciale per l’ambiente di cui all’art. 19 del D.Lgs. n.504/’92. Il tributo provinciale, commisurato alla superficie dei locali ed aree assoggettabili ad imposizione, è applicato nella misura percentuale deliberata dalla Provincia di Torino pari al 5% sull’importo della TARI.

 

REGOLAMENTO E TARIFFE


Delibera CC 4-2015 - Modifica Regolamento comunale concernente l'imposta unica comunale (IUC) inerente la disciplina della tassa sui rifiuti (TARI)

Modifiche disciplina TASSA RIFIUTI (TARI)

- Regolamento IUC

Delibera 52-2015 - Determinazione del valore delle aree fabbricabili ai fini Imposta Municipale Unica (IMU) - Adeguamento alle nuove aree edificabili previste nella Variante Generale al Piano Regolatore Generale Comunale (P.R.G.C.) di Frossasco approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 36-1133 del 02/03/2015, pubblicata nel B.U.R. n. 10 - supplemento 1 del 12/03/2015

Deliberazione 7-2017 Approvazione aliquote, tariffe e scadenze dell'imposta unica comunale (IUC) per l'anno 2017